HOME ---> RADIO ---> CATANIA ---> RADIO DELFINO

Via Paolo Bentivoglio
95125 Catania

Tel. 095441620
Fax
Cell. 3355229612

email:
web: http://www.radiodelfino.it
streaming: http://onair4.xdevel.com/RadioDelfino

Responsabile: Giovanni De Luca

inizio trasmissioni: 9 agosto 1977

Frequenze di trasmissione:

 

Frequenze cedute:

90,40 Contrada Carminello / Valverde (Gamma Radio; ex 90,50, 90,45, 90,35)


Radio Delfino è nata a Catania nell’agosto del 1977. E’ considerata, nel capoluogo etneo, un’emittente storica che si è distinta per la sua capacità di offrire un prodotto strutturato per sesso, età, livello culturale, capacità economica, con particolare attenzione per il mondo dei giovani. L’ascolto di Radio Delfino è composto per il 45% da giovani fra i 15 e 25 anni di età, ad esso si aggiunge un 23% di ascoltatori fra i 25 e i 44 anni e, ancora un ulteriore 16% che arriva sino ai 65 anni di età. I rilevamenti Audiradio relativi a Radio Delfino, ci danno una tipologia d’ascolto notevolmente ampia: gli ascoltatori sono equamente divisi tra uomini e donne; sono altrettanto equamente divisi tra insegnanti e studenti da una parte e impiegati, artigiani, operai e casalinghe dall’altra. Radio Delfino, quindi, rispetto ad altre emittenti ha una marcia in più, costituita proprio da quel gruppo forte d’ascolto giovanile che la caratterizza e amplifica le possibilità di ricezione di messaggi pubblicitari rivolti alle famiglie di qualsiasi livello sociale. In passato, altre fonti la riportano in Via Bellini 30 a Sant'Agata Li Battiati, probabilmente la sede del centro sportivo del Cavalier Ferrini, fondatore dell'emittente, da cui la radio prese il nome.

Ha sospeso le trasmissioni il 20 gennaio 2008 affittando la sua frequenza a Radio Cuore 2 ma, come preannunciato da questo sito, il contratto non è stato rinnovato per cui l'emittente è tornata in aria con il proprio marchio il 4 gennaio del 2010.  Ritorno che è durato soltanto un anno, il 15 gennaio del 2011 ha infatti nuovamente ceduto la sua frequenza, stavolta Gamma Radio.


fonti: Siciliamedia