HOME ---> TV ---> CATANIA --->  TELEJONICA

Viale Odorico da Pordenone 44
95126 Catania

Tel. 0957121888
Fax

Responsabile:
Direttore Responsabile: Valeria Maglia

email: info@telejonica.com
web: http://www.telejonica.com
streaming: mms://212.48.126.114/telejonica

inizio trasmissioni: 1 ottobre 1977
fine trasmissioni: 28 febbraio 2015

Canali di trasmissione:

44o Monte Lauro / Buccheri (ex Telecatania)
52o Carminello / Valverde (sper. DVB)

Canali ceduti:
35o Monte Lauro / Buccheri (Mediaset Dvb-H)

Canali inattivi:
35o Via Teseo / Catania (Telecatania)


Agli inizi degli anni '80 la ritroviamo come operante sui canali 31 e 52, nel periodo in cui aderiva al circuito Jolly Rosa. A metà degli anni '80 come operante sui ch. 35-53 con tel. 095311666. Successivamente ha aderito ai circuiti Junior TV e Italia 9 Network. A novembre del 2011 si è trasferita dalla sede di Via Teseo 11 al quartier generale del gruppo Ciancio in Via Odorico da Pordenone.

Ecco come è stata ricostruita la sua storia sull'enciclopedia libera Wikipedia:

Era piena estate in Sicilia quando, nel lontano 7 luglio 1977, venne costituita la società editrice “RadioTeleJonica S.r.l. “. I fondatori furono Carmelo Costanzo (imprenditore edile dell’omonima azienda), Giorgio Russo, Ennio Virlinzi, Gaetano Graci, Francesco Finocchiaro e Matteo Pitanza. La sede legale ed amministrativa nonché televisiva era sita a Catania in via Reclusorio del Lume 54. Dopo un paio di mesi dedicati alle prove tecniche, all’installazione ed al montaggio della varie apparecchiature di trasmissione, sul finire di quella calda estate siciliana, il 1º Settembre del ’77 dagli storici canali 52 e 35 Uhf avvenne l'inaugurazione della Tv con la messa in onda alle 20.30 di un film. L’antenna trasmittente venne posizionata sulla collina di Valverde - Catania per una migliore esposizione del proprio segnale, postazione in cui, del resto, erano anche posizionati gli altri tralicci delle Tv già esistenti. Il reparto tecnico, capitanato dal giovanissimo Maurizio Fornari ad oggi responsabile-capo alta frequenza per la Sicilia e Calabria del gruppo televisivo “T.I.Media”, era anche composto da Salvatore Grasso e Giuseppe Cirino (cameraman). Come per qualsiasi Tv che si rispetti (almeno in quegli anni) non potevano mancare le annunciatrici; storici, infatti, diventeranno i volti delle bellissime Ketty Raimondi e Maria Atanasio. A due giorni dal debutto ufficiale delle trasmissioni (il 3 settembre c. a.) vennero trasmesse alle 20.20 e 22.20 le prime due edizioni quotidiane del telegiornale. La redazione giornalistica diretta da Giuseppe Litrico, proveniente da esperienze avute nel mondo della carta stampata (“Espresso Sera”, “Corriere di Sicilia”, “La Sicilia”), era anche composta dai giornalisti quali Nino Arena, Salvatore Strano, Vincenzo Dottore e Vincenzo Motta. La caratteristica di questo telegiornale consisteva nella sola lettura delle notizie senza il supporto video di filmati ad eccezione di qualche fotografia. Il palinsesto, inizialmente, oltre alla messa in onda di film, telefilm e cartoni animati, venne basato quasi esclusivamente su trasmissioni e rubriche di informazione. Tra le rubriche vanno ricordate “Alla Scoperta di Catania” condotta dal prof. Santi Corrente (lo ritroveremo negli anni successivi con “L’Almanacco” su Antenna Sicilia), “Clipper” condotta da Alberto Cosentino e “Political-Round” dibattiti in diretta da studio con la presenza dei vari esponenti politici etnei. Con gli inizi degli anni ’80 la società editrice di RadioTeleJonica S.r.l. tenterà anche l’intrattenimento. Fra le varie trasmissioni vanno ricordate “Super Bingo” basato sul gioca della tombola ed “Avanti un altro” condotto da Isabella Fichera e Giuseppe Maria Rapisardi comprendente un gioco a quiz con relative telefonate da parte del pubblico a casa. A completare il palinsesto, anche, le rubriche sportive come “Grand Prix” con Andrea De Adamich e “Tutti in Pista” dedicata ai motori. Il vero momento di gloria, in realtà, Telejonica lo vivrà con l’arrivo di Gilberto Idonea, attore e cabarettista teatrale catanese, alla conduzione del rotocalco pomeridiano “Venga a prendere un Caffe’ da Noi” e la presenza di Gino Astorina come conduttore degli altri show-intrattenimento quali “Selz e Limone”, “Cattive Frequenze”, “Ring”e “Divieto di Siesta”. Tanti saranno, nel corso degli anni, gli amministratori che si avvicenderanno nell’azienda: da Matteo Pitanza a Giuseppe Virlinzi, da Arturo Castrogiovanni a Silvestro Stazzone. Con la dichiarazione di insolvenza (1997) da parte del tribunale giudiziario di Catania, per la società editrice di Telejonica, verrà dichiarato il fallimento con la successiva vendita all’asta. Nel 1999 la Tv verrà rilevata da Orlando Branca, ex amministratore Telecolor International e proprietario tra l’altro di Telesicilia Color, che previo accordo raggiunto con l’altro importante editore catanese Mario Ciancio Sanfilippo gli cederà il 50% della stessa.


Un vecchio shot dell'emittente

fonti: Siciliamedia