HOME ---> TV ---> MESSINA ---> TELEMISTRETTA

sede legale:
Piazza Unità d'Italia 2
98073 Mistretta

Tel. 0921381136

sede operativa:
Vico SS. Rosario
98073 Mistretta

Tel. 0921381218
Fax 0921381218

Responsabile: Dott. Gaetano Purgatorio
Direttore Responsabile:

email: info@telemistretta.it
web: http://www.telemistretta.it
streaming: 

inizio trasmissioni: 1989

Canali di trasmissione:

34o Derra Colla / Mistretta (sper. DVB 0200-0600)
61o Motta D'Affermo (DVB, ex H2)
64o Castel di Lucio


Telemistretta nasce nel 1989 grazie alla grande volontà di Mons. Michele Placido Giordano allora appena arrivato a Mistretta come Arciprete della parrocchia Santa Lucia. L'emittente ottenne regolare concessione a trasmettere durante il periodo di grande riforma del sistema radio-televisivo introdotto con la legge "Mammì", come emittente comunitaria il 24 aprile 1995, e per un decennio l'attività è stata portata avanti dal volontariato. Oggi Telemistretta rappresenta una realtà lavorativa e un mezzo insostituibile per la diffusione dell'informazione sugli avvenimenti che avvengono nel nostro territorio di riferimento. Dal 19 marzo 2007 ha preso il via TM NEWS, notiziario di informazione locale. L'appuntamento giornaliero, dal lunedì al venerdì, è con la prima edizione delle ore 19,10 e le repliche sino al giorno successivo alle ore 20,30 - 23,00 - 09,20 - 12,05 - 14,07 - 17,00. Nel weekend è invece la volta di TM WEEK con il meglio dei servizi giornalistici della settimana. La realizzazione di un TG quotidiano comporta l'impiego di notevoli risorse tecniche, economiche ed umane. Ma la grande passione che ci contraddistingue, siamo certi, ci consentirà di offrire un'informazione sempre più capillare. Sin dall'inizio la programmazione è arricchita dalla ridiffusione dei programmi di TV 2000, network radio televisivo via satellite dei Cattolici italiani nel mondo. Opera anche nel settore radiofonico con l'emittente Radio Mistretta.



Uno shot del TM News


Don Michele Giordano ritira un premio Aeranti Corallo da Luigi Bardelli


dal Giornale di Sicilia del 19 gennaio 1992

 

fonti: Siciliamedia, Filippo Accordino